• In evidenza
  • Turismo in Alto Molise, tra improvvisazione e dilettantismo

    «Particolarmente proficuo è stato l’incontro dello scorso giovedì che ha visto, al centro del dibattito, il tema del turismo. Gli interventi sono stati numerosi ed, oltre a fare chiarezza sulla attuale situazione culturale del paese, hanno fatto emergere tutte le problematiche che ruotano attorno a questo settore».

    E’ il commento dei Giovani per Agnone democratica rispetto all’incontro pubblico che si è tenuto nei giorni scorsi sul tema del turismo e del rilancio del settore in Alto Molise.
    «Dapprima Bruno Cerimele con tutta la passione che mette e riesce a trasmettere nell’intrattenere i turisti che fanno visita al nostro paese, – spiegano gli organizzatori – ha evidenziato la carenza di personale che si occupi dell’accoglienza, dell’informazione e di far conoscere la storia di cui è ricca la nostra realtà e che va preservata e tramandata tra le generazione. Personale, però che, come ha correttamente evidenziato Domenico Meo, deve essere preparato e professionale per evitare quel livello di dilettantismo che spesso riveste questo tipo di attività. Domenico Meo ha anche espresso il suo pieno appoggio alle iniziative dei giovani che mettano a disposizione le loro forze ma, al contempo, devono essere guidati dalle menti con più esperienza. Poi la parola è passata a Serena Di Nucci, presidente del GAL, che è ben consapevole degli sforzi dei paesi altomolisani per giungere a degli accordi che permettano lo sviluppo di queste aree. Di fondamentale importanza è la strada delle Cooperative di Comunità che può dare nuovo lustro al nostro paese. Giovanni Di Nucci ha aperto invece su una sentieristica ben organizzata e la promozione di gare di murales cittadine. Molte idee e molti spunti di riflessione – aggiungono in chiusura i Giovani per Agnone democratica – che potranno essere messi su carta e discussi ampiamente per ridare vita ed educare ad un sano turismo che il nostro paese può e deve offrire».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi