• Cultura
  • “Vasto Paradiso chiama Eden Molise”, l’iniziativa culturale

    La mattina del 13 agosto 1992, per la prima volta in assoluto, alle sorgenti di Rio Verde nel comune molisano di Pescopennataro, è stata celebrata la parte istituzionale e religiosa della prima “Festa del Mare in montagna” su idea e proposta dell’animatore culturale Domenico Lanciano. Tale progetto prevedeva il gemellaggio con la riviera adriatica di Vasto e dintorni per un utile dialogo mare-montagna. Infatti, a tal fine partecipò all’evento l’allora vice-sindaco della Città di Vasto accanto al sindaco
    di Pescopennataro, al Vescovo di Trivento e al Presidente dell’Associazione Villacanale, sobborgo di Agnone del Molise dove, in serata, ebbe luogo la prima “Sagra del Pesce” in montagna che è stata imitata da altre località appenniniche e dove viene fatta ancora con grande gradimento e affluenza di pubblico ogni 14 agosto.

    Giorgio Di Domenico


    A distanza di 28 anni, lo stesso Domenico Lanciano, responsabile dell’Università delle Generazioni, intende inserire la zona di Eden Molise (cioè i comuni dell’altissimo Molise) nel progetto di “Vasto Paradiso” di cui
    ha dato notizia a pagina 5 il numero di settembre 2020 del longevo e prestigioso mensile “Vasto domani” diretto da Giorgio Di Domenico. Infatti, l’autore conclude tale articolo con la seguente frase:«Per fare
    conoscere ovunque nel mondo … pure “Vasto Paradiso” e dintorni, compreso l’entroterra montano abruzzese-molisano, in particolare il territorio ricadente nell’area comprensoriale del Trigno-Sinello».
    A ben vedere, infatti, l’altissimo Molise e l’attiguo alto Vastese fanno parte del medesimo comprensorio di valorizzazione territoriale denominato “Trigno-Sinello” che comprende i Comuni dell’importante bacino
    idrografico dei due fiumi i quali dalle montagne molisane-abruzzesi scorrono paralleli verso la costa adriatica tra Vasto Paradiso e San Salvo. Ecco perché qui viene evidenziato l’appello “Vasto Paradiso chiama
    Eden Molise
    ”. Nel 1992, durante la prima festa del mare in montagna, fu inaugurato il cartello stradale “Sorgenti di Rio Verde – Pescopennataro – Qui nasce il mare” volendo altresì ecologicamente intendere che
    se i fiumi restano puliti se ne avvantaggia anche il mare. In questo caso il mare di Vasto e dintorni. Pure a tale scopo si sta costituendo nella città adriatica un Comitato per la valorizzazione della zona di “Vasto Paradiso” (in particolare, la bellissima costiera tra la cosiddetta Sirenetta e il Faro di Punta Penna). Coordinatore del comitato è il dottore Walter Di Lello il quale riceve le adesioni nel suo ufficio di Vasto in Corso Mazzini 7 e risponde al telefono n. 0873-365354 (fisso) e 329-6230008 (mobile) e alla email dilellowalter@gmail.com, mentre si può contattare anche lo stesso Domenico Lanciano ai seguenti recapiti: mimmolanciano@gmail.com e tel. 334-7727454.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi