• In evidenza
  • Comunali di Agnone: Iannelli-Marcovecchio, affare fatto

    Agostino Iannelli Lorenzo Marcovecchio, affare fatto. A meno di 24 ore dalla presentazione delle liste per le prossime comunali di Agnone (il termine ultimo scade domani, sabato 22 agosto alle ore 12,00), il vice comandate della Polizia Municipale di Isernia, indicato quale candidato sindaco in quota centrodestra alle amministrative dell’Atene del Sannio, conferma a l’Eco online l’accordo con l’ex sindaco Lorenzo Marcovecchio.

    “Credo sia doveroso un’intesa con chi negli ultimi quattro anni ha governato il paese visto che conosce vita, morte e miracoli dell’intera collettività” afferma Iannelli ad un passo dall’investitura ufficiale. Nonostante Marcovecchio non scenderà in campo personalmente, contribuirà fattivamente alla composizione della squadra di Iannelli indicando una serie di uomini e donne che faranno parte del progetto. “Ci stiamo lavorando” si limita ad affermare il vice comandante della Municipale di Isernia che inoltre potrà contare – non è un mistero visto il rapporto di parentela – sul sostegno della famiglia del manager Rocco Sabelli, molto conosciuto ed apprezzato ad Agnone. Al tempo stesso Iannelli apre all’entrata in lista di gente come l’ex vice sindaco, Linda Marcovecchio, vicina a Gelsomino De Vita, amico politico di vecchia data di Michele Iorio, e di Vincenzo Scarano, consigliere di minoranza uscente che nel frattempo continua a ragionare su ipotetiche alleanze.

    “Siamo aperti a qualsiasi discorso – sottolinea Iannelli – auspico di poter realizzare una lista unitaria che possa raggruppare le anime del centrodestra”. A muovere le fila di questa iniziativa, il consigliere regionale di Vastogirardi, Andrea Di Lucente che, inutile nasconderlo, cerca proseliti nel maggiore centro dell’alto Molise. Nella chiacchierata – intervista con l‘Eco, Iannelli ha toccato un caposaldo della sua mission, ovvero riconsegnare ad Agnone la centralità di un intero territorio a cavallo tra Molise e Abruzzo. “E’ necessario e al contempo indispensabile tornare a dialogare con i comuni limitrofi. Da soli non si va da nessuna parte”.

    In estrema sintesi, Iannelli appare deciso ad abbracciare quella che rappresenta di fatto una nuova sfida. “Credo che per Agnone sia arrivato il tempo di unire le forze e tentare di risollevare le sorti di un paese in forte difficoltà economica e sociale”. In questa ottica l’ormai rappresentante del centrodestra auspica di poter avere un unico competitor. “Sarei contento e lo dico con tutta onestà se Pd e M5S arrivassero ad un accordo così da giocare la partita su due fronti senza avere a che fare con troppe liste le quali a mio avviso confonderebbero l’elettorato”. Concetti e parole chiare per una competizione che non aspetta altro il fischio d’inizio. Ci siamo: tra meno di 24 ore Agnone conoscerà i candidati sindaci, tra questi al 99% Agostino Iannelli in quota centrodestra.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi