• In evidenza
  • Comunali, Scarano e Di Nucci ufficializzano discesa in campo

    Proseguono al Circolo San Pio di Agnone i pomeriggi culturali. Dopo Giovanni di Nucci, che il 24 luglio ha intrattenuto un folto pubblico su “Attività Fisica – Un investimento per guadagnare salute”; e il Domenico Di Nucci che il 29 luglio ha parlato di Aneddoti Locali,  è stata la volta di Vincenzo Scarano interloquire sul tema : “Protezione Anziani in tempo di Covid”.

    È stata l’occasione per approfondire, dal punto di vista della protezione, tutti i vari aspetti di una pandemia che si è rivelata come il male del nuovo millennio: un virus respiratorio che può causare malattie da lievi a grave, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie che porta il paziente ad essere intubato, in terapia intensiva (e in molti casi porta al decesso). Ne ha parlato, a giusto titolo, Scarano, essendo egli anche responsabile legale della Casa di Riposo San Bernardino. Si è così appreso che la casa di cura, è  stata sommersa da centinaia di documenti da onorare, procedure da seguire, percorsi da definire, nuove disposizioni da applicare.


    Alla domanda del pubblico: le istituzioni vi sono state vicine, la risposta di Scarano è stata decisa e risoluta: moltissimo. Non hanno mai fatto mancare la loro attenzione, che si trattasse di richieste comunali di documentazioni, del controllo dei Nas presentatisi il giovedì santo, per ispezionare i locali e verificare che tutti i dispositivi di sicurezza fossero a norma. Come dire che, più che le dovute attenzioni, la casa di cura è stata attenzionata. Hanno
    potuto verificare che i pazienti sono assistiti h24 da assistenti giovanissimi e ben disposti. Inoltre, la struttura di cura, senza un euro di contributi comunali, regionali o statali, riesce a dare ai pazienti una vita che non si riduce solo a pulizia, vitto e alloggio ma partecipazione ad attività sociali, fisiche grazie l’assistenza della figura di un fisioterapista. Inoltre da segnalare che all’interno della casa di riposo non sono stati registrati contagi da Covid-19. Come successo con la presenza di Giovanni Di Nucci, anche con Vincenzo Scarano, non è mancato un riferimento alle prossime
    elezioni comunali. Così mentre per Di Nucci si è appreso che si presentetà con la lista di centro-sinistra, Scarano ha auspicato la creazione di una lista civica unitaria che non abbia legami stretti con i capi bastone regionali, che abbia a cuore il destino di Agnone da troppo tempo relegato in un piccolo angolo di una piccola regione.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi