• In evidenza
  • I sindaci dell’Alto Medio Sannio: basta investimenti su strutture che rischiano di essere sottoutilizzate

    I sindaci dell’Alto Medio Sannio riuniti a Palazzo Bonanni del Comune di Agnone per condividere «priorità e prospettive per lo sviluppo del territorio», guardando alla nuova programmazione dei fondi comunitari POR FESR FSE + 2021-2027 che la Regione Molise propone di mettere a disposizione di Strategie Territoriali per un importo complessivo di 90 milioni di euro.

    Tra gli obiettivi: puntare ai servizi alla popolazione e all’inclusione sociale, diminuendo l’investimento, rispetto al passato, su strutture che rischiano di essere sottoutilizzate. Mirare, dunque, ad interventi sostenibili e ad attività fruibili direttamente dai cittadini dell’area interna.

    Gli amministratori hanno condiviso di equilibrare gli investimenti tra servizi e infrastrutture, guardando alla sanità sul territorio e al riutilizzo di beni pubblici poco utilizzati o inutilizzati. In foto, il sindaco di Agnone, Daniele Saia, il coordinatore della SNAI Alto Medio Sannio Mario Di Lorenzo e gli amministratori dell’area.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    1 Comment

    Rispondi