• In evidenza
  • Paziente Covid grave dal Molise a Roma sull’elicottero HH-101 dell’Aeronautica Militare

    Milano, 26 feb. (LaPresse) – Un paziente positivo al covid, in gravi condizioni, è stato trasportato in biocontenimento sull’elicottero HH-101 dell’Aeronautica Militare dall’ospedale di Campobasso, in Molise, al Covid hub di Casalpalocco, a Roma. Il trasporto è stato deciso per alleggerire le terapie intensive della regione Molise, duramente colpita dall’emergenza epidemiologica. Il trasporto sanitario urgente si è reso necessario per l’aggravarsi delle sue condizioni. Il trasporto in alto biocontenimento è stato richiesto dal Coau (Centro operativo aereo unificato) della Protezione civile ed è stato gestito dal Coi (Comando operativo di vertice interforze) che, per il tramite del Comando delle Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico, ha richiesto l’immediata attivazione di un HH-101 del 15° Stormo di Cervia, uno degli assetti che la Forza Armata mantiene in stato di prontezza per esigenze di supporto alla collettività.

    Milano, 26 feb. (LaPresse) – L’elicottero, decollato dalla base di Cervia, ha raggiunto l’aeroporto militare di Pratica di Mare dove ha imbarcato un’equipe medica del team di biocontenimento dell’Infermeria Principale e una speciale barella Ati (Aircraft Transit Isolator) per il trasporto di pazienti particolarmente infettivi, decollando poi nuovamente per Campobasso per caricare il paziente. L’uomo, sotto la continua supervisione dell’equipe medica dell’Aeronautica militare, è stato poi trasferito in ambulanza presso il covid hub dell’Istituto Clinico Casalpalocco di Roma.

    L’HH-101 è la designazione scelta per la configurazione dell’AW101 di Leonardo sviluppata per l’Aeronautica Militare italiana. L’AW101 è uno dei prodotti di eccellenza dell’Azienda in campo elicotteristico e ha contribuito a rafforzarne la leadership in mercati altamente competitivi come quello del soccorso.

    L’AW101 è stato scelto da operatori istituzionali in Italia (Aeronautica e Marina Militare), Regno Unito, Canada, Portogallo, Danimarca, Norvegia, Giappone e Polonia per citarne alcuni. Sono oltre 220 gli elicotteri di questo modello ordinati fino ad oggi per lo svolgimento di un’ampia gamma di missioni quali ricerca e soccorso a lungo raggio, recupero personale, operazioni speciali, trasporto di personale/materiali e di tipo istituzionale, operazioni navali sia da terra che in modalità imbarcata, pattugliamento e protezione della Zona Economica Esclusiva. Dall’Artico all’Antartico non c’è praticamente alcuna condizione climatica in cui l’AW101 non abbia fino ad oggi volato. Con un peso massimo al decollo di quasi 16 tonnellate, l’AW101 può trasportare fino a 30 passeggeri oppure fino a 16 barelle e personale medico. In configurazioni ad alta intensità, la macchina può ospitare oltre 50 persone per compiti di evacuazione d’area in caso di disastri e per attività di protezione civile in condizioni estreme. L’AW101 presenta avionica di volo e di missione all’avanguardia, capacità di volo in presenza di ghiaccio e tre potenti motori che gli consentono di volare in crociera anche con due soli motori in funzione in maniera da ridurre i consumi di carburante ed estendere il raggio d’azione garantendo sempre la massima sicurezza. Tra le dotazioni opzionali, in base alle esigenze dei clienti, vi sono ad esempio sonda per il rifornimento in volo in maniera da estenderne ulteriormente l’autonomia, radar con antenna a scansione elettronica Osprey di Leonardo che permette di coprire l’area di ricerca sui 360° intorno all’elicottero, un sistema anticollisione (con ostacoli quali pareti rocciose, alberi, infrastrutture) di esclusiva progettazione Leonardo in grado di coprire l’intero diametro del rotore principale e basato su tecnologia laser.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi