• In evidenza
  • Sparatoria ad Ardea, omicida barricato in casa: irruzione dei Gis dei Carabinieri

    I Carabinieri del Gis, i Gruppi di intervento speciale, militari negoziatori e una squadra dell’Api, Aliquota primo intervento del comando provinciale dell’Arma di Roma avrebbero fatto irruzione nella abitazione all’interno della quale si è barricato un uomo che in mattinata ha sparato contro due bambini di 3 e 8 anni e un anziano, uccidendoli. E’ successo in via degli Astri, nel consorzio Colle Romito, Ardea. La persona che ha sparato sarebbe un giovane abitante della zona, 34 anni, con problemi psichici, che già in passato aveva infastidito alcuni residenti.

    In questo momento alcune agenzia di stampa riferiscono che l’omicida sia stato neutralizzato dai militari operanti oppure sia stato trovato morto, evidentemente suicidatosi. I militari hanno sequestrato un’arma nell’appartamento. Al momento nell’abitazione è in corso il sopralluogo del pubblico ministero.

    «Hanno denunciato varie volte che quello aveva una pistola e che minacciava di usarla, ma non è mai venuto nessuno». A dirlo all’Ansa è un uomo che abita a 500 metri dalla villetta dell’omicidio di Colle Romito, ad Ardea. «Ora sono venuti tutti, ma quei bambini non ci sono più», aggiunge senza voler dare il proprio nome. La circostanza che lo sparatore avesse minacciato più volte di usare la pistola è stata confermata anche dal sindaco di Ardea.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi