• In evidenza
  • Turista nel Vastese, ma è in libertà vigilata: capo clan in manette

    Nelle prime ore del giorno, i militari del N.O.R. di Vasto hanno dato esecuzione al provvedimento emesso dal Tribunale di Cosenza a carico di SORIANIELLO Alfredo, con il quale veniva disposto l’aggravamento della misura di sicurezza attualmente in atto, con quella della detenzione in carcere. L’uomo infatti, che fino a qualche giorno fa si trovava in Libertà Vigilata in una comunità del cosentino, si allontanava deliberatamente dalla stessa, facendo perdere le proprie tracce. Nel frattempo il SORIANIELLO veniva raggiunto dalla citata misura detentiva. Probabilmente sarebbe rimasta a lungo inevasa, se un appartenente delle forze dell’ordine in pensione non lo avesse riconosciuto e segnalato ai militari del posto. Attivate immediate ricerche, il boss veniva trovato in un albergo del litorale Vastese in compagnia della moglie, con numerosi bagagli al seguito. Nel corso della perquisizione, venivano rinvenuti, nella sua disponibilità, ben sei diversi telefoni cellulari. Terminati gli atti di rito, l’uomo è stato associato alla Casa Lavoro di Vasto, dove dovrà rimanere per un altro anno.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi