• In evidenza
  • Vaccino, la Asl ai sindaci: nel Chietino solo mille dosi a settimana, dirottati nelle zone rosse

    «Assieme agli altri sindaci del Sangro Aventino, siamo appena stati ricevuti dal direttore generale della ASL Schael chiedendo conto dei ritardi della vaccinazione. I vaccini non ci sono. Ne arrivano circa mille a settimana. Questa settimana inizieranno le vaccinazione per il personale docente dell’istituto comprensivo. A precisa domanda di quando si inizierà la campagna vaccinale per gli ultra 80enni, ossia coloro che si sono registrati in piattaforma, la risposta è stata aprile, per le fragilità ancora dopo. Attualmente i pochi vaccini che arrivano sono destinati alle zone rosse e ai centri urbani. Usciamo affranti. Un dato tremendo: oggi ci sono gli stessi rianimati del picco della prima ondata».

    Così il sindaco di Taranta Peligna, Gian Paolo Rosato, al termine di una riunione con il direttore generale della Asl Chieti Lanciano Vasto.

    «Purtroppo le dosi sono poche e la priorità è di vaccinare prima nelle zone rosse per far scendere la curva di infezione. – aggiunge il sindaco di Roccascalegna, Domenico Giangiordano – La campagna vaccinale è in netto ritardo. Per quanto riguarda la vaccinazione per gli ultra ottantenni, quasi sicuramente non inizieranno prima di aprile».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi