• In evidenza
  • Qualche caso positivo in paese, il sindaco con ordinanza vieta la messa domenicale

    Un sindaco che dispone, con apposita ordinanza, l’annullamento della messa domenicale è sicuramente un qualcosa di inedito e per certi versi inaudito. Succede in un piccolo centro del Molise, precisamente a Forlì del Sannio. In seguito alla comunicazione di alcuni casi di positività al Covid 19 da parte dell’Asrem, persone del posto risultate positive al tampone ma che stanno benissimo, completamente asintomatiche per stessa ammissione del sindaco, quest’ultimo ha firmato l’ordinanza numero 4117 del 18 ottobre con la quale ordina la chiusura al pubblico dell’unico esercizio commerciale di alimentari presente in paese e, testualmente, «l’annullamento della messa domenicale prevista nella chiesa di San Biagio per le ore 11». Alla base della singolare ordinanza la considerazione che in caso di emergenze sanitarie e di per motivi di igiene pubblica il sindaco può adottare ordinanze contingibili e urgenti.

    Il sindaco di Forlì, Calabrese

    «Considerata la preoccupante diffusione del contagio da Covid 19 nel nostro paese, ho provveduto ad emanare l’ordinanza n. 21 con cui ho disposto la sanificazione di tutti gli spazi ed edifici pubblici maggiormente frequentati, così come dettagliati nell’ordinanza stessa, cosa che sarà effettuata a partire dalle ore 16,30 di oggi pomeriggio, al fine di contenere ulteriormente il rischio di diffusione del contagio. – spiega lo stesso sindaco Roberto Calabrese – Ho anche raccomandato nell’ordinanza a tutti i cittadini che avessero avuto contatti ravvicinati con persone risultate positive al Covid 19, qualora non fossero state ancora contattate dalla Asrem nell’ambito delle attività di tracciamento dei contatti, di segnalare la circostanza al proprio medico curante al fine di richiedere di essere sottoposti a tampone di controllo. Il momento è sicuramente delicato per la nostra comunità e chiedo a tutti di mostrare senso di responsabilità, nel rispettare tutte le norme sul distanziamento sociale che ben conosciamo e che ci consentiranno di evitare un ulteriore aumento dei casi di contagio. Buona domenica a tutti».

    Contestualmente il sindaco Calabrese ha disposto che una ditta specializzata proceda alla immediata sanificazione dei luoghi pubblici maggiormente frequentati, quindi farmacia, ambulatorio del medico, il palazzo municipale, la chiesa parrocchiale, l’ufficio postale e anche il campo sportivo.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi