• News
  • Spaccio di droga, marocchino finisce dietro le sbarre

    Deve scontare una pena di due anni, due mesi e otto giorni di reclusione per vecchie condanne per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti e per rissa, oltre al recupero della pena pecuniaria di quattromila euro.

    La Procura della Repubblica di Pescara, dopo che il Tribunale di Sorveglianza de L’Aquila aveva respinto la richiesta presentata dal suo legale di affidamento ai servizi sociali, ha emesso nei giorni scorsi un ordine di esecuzione per la carcerazione a carico di un cittadino originario del Marocco ma domiciliato a Pescara.
    Le Volanti della Questura di Pescara, stamattina hanno arrestato E B. M. di 31 anni e dopo avergli notificato il provvedimento del Tribunale, lo hanno condotto nel carcere di Rebibbia a Roma.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi