• In evidenza
  • Il Covid fa paura, Saia blinda Agnone: «State a casa, ogni abuso sarà punito». Stop anche alle messe

    «Abbiamo appena emanato un’ordinanza restrittiva per contenere il dilagare dei contagi da Covid-19. La mia raccomandazione è quella di aiutare in questo momento a ricostruire nei minimi dettagli la catena dei contagi in modo da isolare i contatti potenzialmente infetti, ai quali si raccomanda di dare la massima collaborazione e di restare in quarantena anche con il minimo sospetto di contatto a rischio. La campagna vaccinale continuerà anche nelle prossime settimane per continuare a tenere viva la speranza in tutti noi».

    L’annuncio è di Daniele Saia, sindaco di Agnone, al termine di una riunione tecnica di «sicurezza» con i Carabinieri e la Polizia municipale.

    Nell’ordinanza si legge che:

    Dalla data del 24 febbraio 2021 e fino al 5 marzo 2021 sull’intero territorio comunale è vietata la vendita per asporto di generi alimentari e bevande per bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, trattorie, circoli, ecc.. Resta consentita esclusivamente la vendita dei predetti generi e bevande con consegna a domicilio del compratore.

    Fino al 5 marzo 2021 è fatto divieto sull’intero territorio comunale di consumare cibi e bevande su aree pubbliche o private ad uso pubblico, comprese piazze e ville comunali.

    Sono sospese fino a nuovo provvedimento tutte le attività mercatali (non alimentare e alimentare) sull’intero territorio di Agnone, nonché qualsiasi attività commerciale in forma ambulante.

    La chiusura immediata all’uso pubblico della strada Panoramica “Pietro Mennea” fino al 5 marzo 2021.

    Dalla data del 24 febbraio 2021 e fino al 5 marzo 2021 sono sospese su tutto il territorio comunale tutte le attività sportive negli impianti e parchi pubblici, inclusi quelli in concessione, e nei circoli privati. Restano consentite le competizione sportive organizzate dalle federazioni sportive ed è consentita l’attività motoria effettuata individualmente e rispettando il distanziamento fisico.

    E’ prorogata la validità dell’Ordinanza Sindacale nr.6 del 20.2.2021 relativa alla sospensione dell’attività didattica nei locali delle scuole di ogni ordine e grado del territorio del Comune di Agnone fino al 7 marzo 2021, restando sempre impregiudicate le autonome iniziative del Dirigente Scolastico circa l’organizzazione della didattica a distanza.

    Dalla data del 24 febbraio 2021 e fino al 5 marzo 2021, per le attività di ricevitoria, lotto, superenalotto, totocalcio e similari è fatto divieto per i clienti di permanere all’interno dei locali al fine di attendere il risultato delle giocate; è altresì vietato sostare nei pressi delle suddette attività per la medesima finalità

    Dalla data del 24 febbraio 2021 e fino al 5 marzo 2021 è sospesa su tutto il territorio comunale l’attività di barbieri, parrucchieri e centri estetici.

    Dalla data del 24 febbraio 2021 e fino al 5 marzo 2021 è disposto il divieto di celebrazioni liturgiche nelle chiese e nei luoghi di culto. Sono consentiti i riti funebri nelle chiese e nei luoghi di culto con la presenza dei soli familiari e comunque entro il numero di 10 persone.

    IL VIDEO MESSAGGIO DEL SINDACO QUI

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    1 Comment

    1. Pino says: Rispondi

      Bene, bene!!!
      – parlare alla cittadinanza tramite dirette facebook, come l’ex premier Conte…;
      – emettere ordinanze restrittive, come i DPCM….
      Adesso mi aspetto le ordinanze RISTORI….!!!

      Se non ricordo male nella nostra Costituzione, madre di tutte le leggi, decreti, normative o ordinanze, sono contenuti numerosi diritti fondamentali, tra i quali anche quelli del lavoro, della liberta di spostamento, ecc.. e non solo quello alla salute. Quest’ultimi sono posti tutti allo steso piano in modo tale che nessuno debba prevaricare sull’altro…. O mi sbaglio???

      Non credo, o almeno da quanto letto fin’ora, che durante questo periodo di “pandemia” nel nostro paese si siano avuti contagi dovuti alle celebrazioni liturgiche oppure durante le passeggiate lungo la panoramica e nè tantomeno frequentando parrucchieri, estetiste o altro…… Ma sembrerebbe durante feste in casa…. O mi sbaglio???

      Non capisco questo accanirsi contro tutti e generalizzando sempre in modo da colpire l’intera comunità solo per l’eventuale “errore” di qualcuno.
      Che sia un modus operandi oppure un eccesso di autorità???
      Mi devo aspettare come prossima azione che qualcuno entri nelle nostre case?? Come la “Gestapo” o le Milizie Fasciste e Sovietiche??

    Rispondi