• In evidenza
  • Officina abusiva sversa rifiuti speciali nelle fognature, scatta il sequestro e la denuncia

    Nella giornata di ieri, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale di Isernia ha proceduto al sequestro di un’officina meccanica della Provincia, che svolgeva attività di riparazione di macchine agricole abusivamente.

    Gli agenti hanno accertato, infatti, che l’attività di riparazione veniva effettuata in mancanza di alcun titolo abilitativo allo svolgimento dell’attività, parallelamente a quella di commercio di macchine agricole, svolte in un capannone contiguo. Tutta l’attrezzatura era tenuta all’interno di un container, mentre l’attività di riparazione veniva svolta direttamente nel piazzale situato sul retro della rivendita. Dal controllo è emerso che l’area sulla quale venivano effettuate le riparazioni non aveva un sistema di raccolta dei liquidi provenienti dai veicoli riparati, che pertanto finivano inevitabilmente per essere sversati nelle fognature. In oltre in alcuni tombini sono state trovate evidenti tracce di olio, evidentemente direttamente sversato negli stessi. L’intera area è stata sequestrata ed il titolare, un uomo di circa 50 anni residente in provincia, deferito alla Procura della Repubblica di Isernia per reati ambientali. Ugualmente è stata sottoposto a sequestro il container contenente l’attrezzatura utilizzata per l’attività, destinata alla confisca. Al titolare è stata comminata anche una sanzione amministrativa pecuniaria di 5mila euro. Si tratta, questa, di un’attività di controllo che la specialità Polizia Stradale della Polizia di Stato svolge regolarmente e con grande professionalità nel settore delle officine meccaniche, ed in generale in tutte le attività commerciali, artigianali e dei servizi, connesse alla circolazione dei veicoli a motore.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi