• In evidenza
  • Sesso con minore nell’ufficio del preside, dirigente scolastico arrestato dalla Mobile

    Abusi sessuali su un alunno, dirigente scolastico ai domiciliari.
    Il personale della Squadra Mobile della Questura di Chieti ha dato esecuzione ad una ordinanza cautelare ai domiciliari emessa dal Gip del Tribunale, nei confronti di un insegnante di 48 anni, attualmente dirigente scolastico in due istituti del Chietino. I fatti contestati al preside si riferiscono agli anni 2017 e 2018 quando lo stesso, abusando dei poteri connessi alla propria funzione, avrebbe compiuto atti sessuali con un alunno minore di 18 anni.

    Dopo una conoscenza in chat sui social, avendo scoperto che il giovane frequentava lo stesso istituto del quale era preside, il dirigente avrebbe compiuto atti sessuali sia all’interno della scuola, invitando l’alunno all’interno del suo ufficio, sia in una abitazione dedicata a tali incontri. L’esito dell’attività di indagine, confortata anche dalle risultanze acquisite nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata nei giorni scorsi su disposizione della Procura, ha portato al sequestro di numeroso materiale informatico e di altra natura che ha confermato le ipotesi di reati per le quali si procede.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi