• News
  • Altri Covid positivi alla Sevel, Cimone: «Il contagio avviene fuori, non in azienda»

    Sette nuovi casi di contagio da Covid19 vengono segnalati alla Sevel di Atessa, in particolare nella officina Montaggio e Lastratura.

    «Purtroppo con questi ultimi numeri in azienda siamo arrivati a circa 89 casi accertati, i bollettini arrivano a cadenza giornaliera, ma nonostante tutto i protocolli anti covid funzionano perché non ci sono focolai dentro la Sevel e ciò viene certificato dagli enti preposti. I casi accertati si riferiscono a lavoratori che sono venuti a contatto con il virus tramite soggetti esterni. – spiega Emanuele Cimone, sindacalista di Agnone – Ma voglio ricordare che bisogna essere vigili ed attenti a non trascurare nulla e di rispettare rigorosamente le procedure anti contagio, in primo luogo indossare in modo corretto le mascherine consegnate settimanalmente dalla Sevel a pacchetti di 10 unità;

    è importantissimo sostituirle ogni 4 ore di lavoro perché le stesse a lungo termine perdono gli effetti filtranti. Igienizzare la propria postazione di lavoro, igienizzare spesso le mani (ci sono dispenser con disinfettante di grande quantità dislocati in ogni zona per tutto lo stabilimento.) Rispettare il distanziamento ed il limite di capienza nelle aree (area relax, mensa, spogliatoi, bagni, entrata ed uscita.) Cerchiamo di essere sempre scrupolosi. Solo cosi possiamo limitare il contagio, per noi stessi, per le nostre famiglie ed i nostri colleghi».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi