• News
  • I molisani alzano il gomito: patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza

    Nel fine settimana la Polizia Stradale ha ritira due patenti in poche ore.

    E’ ormai noto che la guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di stupefacenti costituisce una delle prime cause di incidenti stradali e dopo la fine del “lockdown” si registra, anche in provincia di Isernia, un incremento significativo degli incidenti stradali.

    In questo settore l’attività di contrasto della Polizia Stradale non si è mai fermata, ed in particolare si concentra nei fine settimana nell’ambito dei servizi per una “movida” sicura messi in campo dal Questore.

    Nello scorso fine settimana ad Isernia è stata ritirata una patente per guida in stato di ebbrezza ad un uomo residente in provincia, sorpreso a circolare alla guida di un’autovettura con targa estera con un tasso alcoolemico ben superiore al massimo consentito dalla legge: per lui una sanzione amministrativa di euro 544 che il trasgressore ha dovuto pagare immediatamente sul posto, nonché la sospensione della patente di guida per tre mesi.

    Nei giorni precedenti, a seguito dei rilievi per un incidente stradale autonomo, veniva denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia un giovane anch’egli residente in provincia che risultava avere un tasso alcoolemico quasi 4 volte superiore al massimo consentito dalla legge.

    Gli ulteriori esami effettuati presso l’Ospedale di Isernia portavano poi ad accertare lo stato di alterazione da uso di sostanze stupefacenti: rischia ora una la pena dell’arresto fino a un anno, un’ammenda fino a 6.000 euro e la sospensione della patente potrà arrivare a due anni e, prima della restituzione della stessa, l’uomo dovrà sottoporsi ad accertamenti sanitari tesi ad escludere il perdurare dell’abuso di alcool e stupefacenti.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi